Stampa di grande formato a Villafranca

La stampa di grandi formati, quando conviene

Valida alleata in ogni strategia pubblicitaria che si rispetti, la stampa di grandi formati a Villafranca consente di realizzare commesse che abbiano ad oggetto supporti di formati piuttosto consistenti, ed in grado di conferire ampia visibilità al messaggio su di esso impresso.

Alcune considerazioni sono da effettuarsi. Innanzitutto, la stampa di grandi formati può essere effettuata solo mediante l’utilizzo di macchinari appositi, i plotter o strumentazione offset, di cui non tutte le tipografie sono dotate. In questo senso, la tipografia NE & A PRINT SRL, è in grado di costituire un valido fornitore: ne è attualmente dotata, e può efficacemente venire incontro alle esigenze del cliente in quanto a tempistiche di realizzazione, tirature, tipologie e dimensioni dei supporti. In seconda istanza, le tecniche di realizzazione di stampa di grandi formati a Villafranca sono differenti, e variano non solo per metodi e processi produttivi, ma anche per rapporto tra costo, definizione del prodotto output, qualità generale del supporto. È quindi opportuno sempre consultare i professionisti della tipografia, che sapranno sicuramente fornire maggiori informazioni in merito e che saranno pronti a rispondere alle domande e a chiarire eventuali dubbi dei clienti. Lungo tutto l’arco che va dalla pianificazione delle tempistiche, della tiratura e della tipologia di prodotto, alla fase della consegna del prodotto finito, i tecnici specializzati della tipografia saranno sempre a disposizione dei clienti.


La stampa di grandi formati, come funziona


La stampa di grandi formati viene generalmente realizzata con l’ausilio di macchinari specifici, denominati plotter, specifici solo e soltanto per questo utilizzo. Sono ampiamente utilizzati nel comparto ingegneristico e architetturale, essendo il mezzo ideale per la stampa di prospetti, planimetrie, progetti sistemistici elaborati in CAD (programma settoriale per la creazione di questo tipo di piante). Ve ne sono diverse tipologie. La prima, forse più rudimentale, è quella di plotter a penna, che in modo molto simile alle stampanti a testina, utilizzava dei piccoli pennini coordinati mediante coordinate cartesiane per trasferire l’inchiostro in maniera precisissima sul supporto cartaceo. Le pennine erano spostate grazie all’ausilio di un carrello elettronico, alzate ed abbassate mediante un tipo di circuito che sfruttava l’azione di un elettromagnete. Le piccole testine potevano essere anche interscambiate a seconda dello spessore, della consistenza e del colore voluto.

La seconda tipologia di plotter si è ancor più avvicinata alle tecniche di stampa a getto d’inchiostro utilizzate anche nei macchinari da ufficio e da casa. In realtà, sono vere e proprie stampanti a getto d’inchiostro, che trasferiscono immagini e caratteri mediante l’utilizzo di testine capaci di spostarsi rapidamente sul foglio a disposizione, ma ormai l’accezione di “plotter” è ampiamente utilizzata anche in gergo tecnico per differenziarle dalle stampanti commerciali, notevolmente di dimensioni più ridotte, tirature più limitate, e prestazioni inferiori.


I plotter tecnici


Ad oggi, l’innovazione nel settore della tipografia non si è fermata neanche per un momento, consentendo al comparto di espandere le proprie potenzialità in maniera esponenziale. I plotter attuali, che coniugano l’idea iniziale della macchina (precisione, coordinazione, massima definizione dell’immagine finita), alla tecnica del getto d’inchiostro, riescono quindi ad assicurare prestazioni elevatissime per tutte le caratteristiche del prodotto finito: tiratura, qualità, velocità di produzione. Possono stampare su supporti di dimensioni considerevoli, anche di un metro di larghezza, e su tipologie di materiali molto disparate (pvc, carta, mesh) per realizzare elementi di cartellonistica, poster, stendardi. Un’ulteriore miglioramento, ottenuto nelle tipologie di macchine più recenti, è quello dell’integrazione di una macchina da taglio all’interno del plotter stesso.

Le possibilità offerte da questa ulteriore aggiunta sono davvero molte: i plotter di questa tipologia, infatti, possono essere ampiamente utilizzati per la realizzazione di adesivi, stick e prodotti di genere simile. Il risultato in termini di visibilità del brand che li utilizza sono significativi: gli adesivi sono uno dei gadget più utilizzati e più amati da clienti di ogni tipologia e fascia di età.